Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni

Venerdì 14 Novembre la commissione tecnica del Ministero delle Infrastrutture ha approvato a maggioranza l’aggiornamento delle NTC 2008 (DM 14 gennaio 2008).

Il testo approvato, fra i due finali, è quello meno restrittivo, che prevede l’applicazione di opportuni coefficienti riduttivi per la valutazione  delle azioni sismiche nella valutazione di adeguamento delle strutture esistenti.

Il testo è stato apprezzato dai Consigli Nazionali degli Architetti e degli Ingegneri, mentre lascia insoddisfatto il Consiglio Nazionale dei Geologi.

Cosa cambia nelle Nuove Norme Tecniche

Le nuove Norme Tecniche presentano un’armonizzazione agli Eurocodici ed alle Norme Europee di Prodotto, CE e ETA-CE:

  • introduzione specifica dei requisiti di sicurezza antincendio, durabilità e robustezza
  • valutazione della vita nominale distinta tra edifici nuovi ed esistenti (da qui la rivalutazione delle azioni per gli edifici esistenti.)
  • rivalutazione dei coefficienti parziali per le azioni
  • abolizione del metodo di calcolo alle tensioni ammissibili
  • effetti di confinamento del calcestruzzo in progettazione
  • capacità in duttilità
  • progettazione con muratura confinata
  • tolti i riferimenti alle zone sismiche (1,2,3 e 4) in favore dei valori puntuali di accelerazione al suolo
  • distinzione tra progettazione dissipativa o non dissipativa in presenza di azioni sismiche
  • maggior dettaglio per la progettazione in capaciti
  • maggior dettaglio per la progettazione di elementi non strutturali
  • introduzione dei criteri di progettazione degli impianti
  • definizione del fattore di comportamento (ex fattore di struttura)
  • definizione dei criteri di verifica in rigidezza, resistenza, stabilità, funzionamento e duttilità
  • introduzione del rapporto tra azione sismica sopportabile dalla struttura e azione sismica di progetto per una nuova costruzione.

Sebbene alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il percorso normativo richieda ancora del tempo, possiamo affermare che dopo i settori dei materiali elettrici, dei giocattoli, e degli alimentari, anche l’Edilizia rivaluta l’importanza dei prodotti impiegati in cantiere per dare consapevolezza e durabilità al costruito.

Gli inserti in acciaio sono componenti qualificati CE ed il loro impiego è prescritto dal 1° luglio 2014.

Non farti cogliere impreparato